Ospedale San Raffaele

7.397 visite | Centro Privato Convenzionato di fecondazione assistita

Il Centro Scienze della Natalità dell’Istituto Scientifico Universitario San Raffaele di Milano è attivo dal 2002 e ha attualmente raggiunto una fase di ampio sviluppo consentendo il trattamento di tutte le cause di sterilità.

Accanto alle tradizionali metodiche diagnostiche mediche e chirurgiche, è possibile accedere presso il centro a tutte le terapie attualmente a disposizione, quindi, a tecniche di Procreazione Medico-Assistita (PMA) di I°, II° e III° livello che vanno dal semplice monitoraggio dell’ovulazione su ciclo spontaneo, all’esecuzione di cicli di fecondazione mediante la micromanipolazione dei gameti femminili e maschili. Inoltre, viene garantito un percorso di preservazione della fertilità in pazienti a rischio di fallimento ovarico precoce.

Il Centro effettua oltre 1.500 cicli di induzione dell’ovulazione all’anno sia per le semplici inseminazioni intrauterine omologhe (IUI) che per le tecniche di PMA più complesse.

Il Centro garantisce gli standard più alti di integrità etica e assistenziale. Ogni coppia riceve un trattamento personalizzato e tutto il personale dello staff tende a condividere questa filosofia. Accanto ad una intensa attività clinica, il Centro pone attenzione particolare alla ricerca scientifica con studi sull’interazione dei gameti, sullo sviluppo embrionale e sulla recettivita’ endometriale, nell’ottica di ottimizzare i risultati terapeutici.
Tecniche applicate

Inseminazione semplice:Si
GIFT:No
FIVET:Si
ICSI:Si
Altre tecniche:

Metodologie di prelievo chirurgico degli spermatozoi

MESA:Si
MESE:Si
PESA:Si
TESA:Si
TESE:Si
Altre metodologie:

Crioconservazione

Crioconservazione spermatozoi:Si
Crioconservazione ovociti:Si
Crioconservazione embrioni:Si

CARATTERISTICHE

– Disponibilità fino a 16 ricoveri giornalieri.
– Area ambulatoriale composta da 5 ambulatori di visita e 1 sala prelievi ematici.
– Area chirurgica dotata di 1 sala operatoria per l’esecuzione di prelievi ovocitari (Pick Up), transfer embrionari, isteroscopie diagnostiche e operative, revisioni di cavità uterine, interventi di urologia connessi all’attività del – Centro e piccoli interventi ginecologici.
– Recovery room post intervento.
– Laboratorio di embriologia attiguo alla sala operatoria per il riconoscimento dei gameti, la micromanipolazione dei gameti, la coltura embrionaria e la crioconservazione di ovociti e spermatozoi. Tra le metodiche più innovative il laboratorio si avvale della coltura embrionale prolungata a blastocisti, della iniezione intracitoplasmatica di spermatozoi morfologicamente selezionati (IMSI), dell’assisted hatching e della microscopia a luce polarizzata.
– Laboratorio per la diagnostica seminale e la preparazione dei liquidi seminali per IUI e per procedure di II livello.
– Accettazione amministrativa dedicata.emplice.

Servizi

LIVELLO 1
Il centro è stato classificato dall'Istituto Superiore di Sanità, nel Registro Nazionale Procreazione Medicalmente Assistita, come un centro di livello I operante con le seguenti tecniche:

- inseminazione sopracervicale in ciclo naturale eseguita utilizzando tecniche di preparazione del liquido seminale;
- induzione dell'ovulazione multipla associata ad inseminazione sopracervicale eseguita utilizzando tecniche di preparazione del liquido seminale;
- eventuale crioconservazione dei gameti maschili.

LIVELLO 2
Il centro è stato classificato dall'Istituto Superiore di Sanità, nel Registro Nazionale Procreazione Medicalmente Assistita, come un centro di livello II operante con le seguenti tecniche eseguibili in anestesia locale e/o sedazione profonda:
- fecondazione in vitro e trasferimento dell'embrione (FIVET);
- iniezione intracitoplasmatica dello spermatozoo (ICSI);
- prelievo testicolare dei gameti (prelievo percutaneo o biopsia testicolare);
- eventuale crioconservazione di gameti maschili e femminili ed embrioni (nei limiti delle normative vigenti);
- trasferimento intratubarico dei gameti maschili e femminili (GIFT), zigoti (ZIFT) o embrioni (TET) per via transvaginale ecoguidata o isteroscopica.

LIVELLO 3
Il centro è stato classificato dall'Istituto Superiore di Sanità, nel Registro Nazionale Procreazione Medicalmente Assistita, come un centro di livello III operante con le seguenti tecniche eseguibili con procedure che necessitano di anestesia generale con intubazione:
- fecondazione in vitro e trasferimento dell'embrione (FIVET);
- prelievo microchirurgico di gameti dal testicolo;
- prelievo degli ovociti per via laparoscopica;
- trasferimento intratubarico dei gameti maschili e femminili (GIFT), zigoti (ZIFT) o embrioni (TET) per via laparoscopica.

Costi cure

Per informazioni sui costi dei trattamenti offerti, contattare direttamente il centro!

Gallery

Registrando la tua richiesta, attendere...

2 recensioni Ospedale San Raffaele

  1. Gianna ha detto:

    Esperienza molto (ma molto) negativa!

    Siamo approdati al San Raffaele nel 2007 e siamo stati subito colpiti, in maniera positiva, dalla struttura e dalla gentilezza del personale medico, tutto molto organizzato.
    Peccato che l’aspetto principale non sia un bel pavimento ma il fatto che la maggioranza delle coppie che arriva a questo Centro entra in 2 e ne esce sempre in 2…
    La nostra situazione è la seguente: io sono sana e mio marito ha un problema di forme normali grave.
    E’ chiaro che se per colpa della forma dello spermatozoo l’uovo non viene fecondato bisogna farlo con una icsi ma noi, all’inizio, ci siamo fidati ciecamente facendoci convincere che se seguivamo la cura di 3 mesi a casa (delle pastiglie) avremmo avuto il bimbo entro Natale 2007.
    Tre mesi di tentativi senza risultati.
    Torniamo presso il Centro e ci propongono una IUI ma non sono d’accordo perche il problema di forme resta.
    Ci vengono proposti 3 tentativi, noi ne facciamo 2 che ovviamente falliscono.
    Arrabbiati neri (è un eufemismo) continuiamo, si passa con entusiasmo all’unica cosa possibile che ci possa far avere un figlio, la ICSI!
    A questi punti siamo già a novembre 2008 e anche questo tentativo fallisce miseramente.
    Vogliono farci fare subito la seconda ICSI senza controlli aggiuntivi con lo stesso piano terapeutico, questa volta ci opponiamo chiedendo di fare altri controlli ed in questo modo scopriamo la cardiolipina alta.
    Nella piano terapeutico della ICSI seguente ci fanno aggiungere l’aspirinetta con un altro risultato negativo ma questa volta con una iperstimolazione ed un bel ricovero!!
    Non commento oltre!

    Segnala questa recensione come non appropriata!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  2. paulina0791 ha detto:

    Stesso anno

    Anche Io dal 2007 aveva cominciato questo percorso pero meno male che me sono accorta che qua in Italia era molto dificcile riuscire a avere il sogno di essere mamma. Ho deciso andare in sudamerica. Non perdere la speranza prima o poi risucirai lo so.

    Segnala questa recensione come non appropriata!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiungi una immagine